La malattia emorragica virale del coniglio, detta anche malattia X o RHD, è una malattia virale comparsa, nel nostro paese, nel 1986 e subito rivelatasi contagiosa e letale per i conigli. Quando si manifesta la malattia colpisce generalmente tutto l'allevamento, ad esclusione dei conigli sotto i 40-50 giorni, provocando la morte del 40-90% dei capi.

Il contagio

La malattia si diffonde direttamente per contatto tra animale ammalato e animale sano. Il virus può inoltre essere trasportato da vettori passivi come gli insetti, eccelli, topi, uomo, ecc.
La malattia si presenta improvvisa e nelle forme iperacute non si notano sintomi evidenti. Dopo 1-3 giorni di incubazione i conigli presentano una febbre alta (>40°C.) e la morte sopraggiunge dopo 12-36 ore. A volte si possono notare sintomi come inappetenza, prostrazione, nervosismo, perdite di sangue dal naso, ecc. La diagnosi esatta deve comunque essere fatta da un veterinario dopo esame anatomo-patologico.

La profilassi

La profilassi sanitaria si consiglia di seguire il seguente programma vaccinale:
1) per i riproduttori: prima vaccinazione a 50-60 giorni, seconda vaccinazione dopo 4-5 settimane, terza vaccinazione all'accoppiamento e in seguito una vaccinazione all'anno;
2) per gli animali all'ingrasso: se non ci sono focolai nelle vicinanze è possibile non vaccinare, in caso contrario si consiglia la vaccinazione dei conigli alla sesta settimana di vita